LA VIOLINISTA JENNIFER KOH CON L’ORCHESTRA DELLA RAI DIRETTA DA JAMES CONLON PER UN “TUTTO DVOŘÁK” - Osn Rai

LA VIOLINISTA JENNIFER KOH CON L’ORCHESTRA DELLA RAI DIRETTA DA JAMES CONLON PER UN “TUTTO DVOŘÁK”

Notizie07/08/2020

 LA VIOLINISTA JENNIFER KOH CON L’ORCHESTRA DELLA RAI DIRETTA DA JAMES CONLON PER UN “TUTTO DVOŘÁK”

A undici anni suonava con la Chicago Symphony Orchestra, a quattordici il grande violinista Isaac Stern notò il suo talento e la incoraggiò a intraprendere la carriera solistica e a diciassette vinse il concorso Čajkovskij di Mosca. È la violinista statunitense di origine coreana Jennifer Koh, protagonista sul palco dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai lunedì 10 agosto ore 17.20 circa su Rai 5, per un concerto interamente dedicato alla musica di Antonín Dvořák all’Auditorium Rai “A. Toscanini” di Torino. Il concerto è trasmesso da Rai Cultura ed è stato registrato il 5 maggio 2016.

Grande amante del repertorio musicale cèco e lettrice appassionata dello scrittore e drammaturgo francese di origine cecoslovacca Milan Kundera, Jennifer Koh interpreta il Concerto in la minore op. 53 per violino e orchestra di Dvořák. Il compositore cèco scrisse questa pagina tra il luglio e il settembre del 1879 dedicandola al celebre virtuoso Joseph Joachim, che però non apprezzò il lavoro e si rifiutò di suonarlo. La prima esecuzione avvenne infatti a Praga nel 1883 con il violinista Frantisek Oudricek diretto da Morie Auger.

Sul podio dell’Orchestra Rai l’americano James Conlon. Di Antonín Dvořák Conlon propone il Karneval, ouverture da concerto in la maggiore op. 92, forse la più eseguita ed apprezzata delle tre ouvertures del compositore, diretta per la prima volta proprio da Dvořák nel 1892 come dedica all'Università di Praga che l'aveva insignito del titolo di dottore honoris causa, e in chiusura di serata la Sinfonia n. 7 in re minore op. 70. Commissionata al compositore dalla Società Filarmonica di Londra, sull'onda dei successi da lui ottenuti nella prima visita alla capitale britannica nel 1884, la Settima fu eseguita sotto la sua direzione l’anno seguente alla St. James Hall di Londra.