ANTOINE TAMESTIT E LA SUA VIOLA STRADIVARI IN UNA SERATA DI CAPOLAVORI DEL NOVECENTO - Osn Rai

ANTOINE TAMESTIT E LA SUA VIOLA STRADIVARI IN UNA SERATA DI CAPOLAVORI DEL NOVECENTO

Notizie07/08/2020

 ANTOINE TAMESTIT E LA SUA VIOLA STRADIVARI IN UNA SERATA DI CAPOLAVORI DEL NOVECENTO

Sono il francese Antoine Tamestit e la sua straordinaria viola Stradivari detta “Mahler” - la prima viola costruita da Antonio Stradivari nel 1672 – i protagonisti del concerto dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai in programma lunedì 17 agosto su Rai 5 alle 17.30 circa. In apertura Voci (Folk Songs II), per viola e due gruppi strumentali, scritto da Luciano Berio nel 1984 per il violista Aldo Bennici, che fornì al compositore i canti popolari siciliani su cui l'opera è basata. “Con Voci – disse Luciano Berio - spero di contribuire a sollecitare un interesse più approfondito per il folklore musicale siciliano che, con quello sardo, è sicuramente il più ricco, complesso e incandescente della nostra cultura mediterranea”.

Sul podio è impegnato Juraj Valčuha che propone anche la Suite sinfonica op. 33 dall'opera L'amore delle tre melarance di Sergej Prokof'ev e i poemi sinfonici di Ottorino Respighi Fontane di Roma, composto nel 1916, e Pini di Roma, del 1924.

Il concerto è stato registrato il 16 ottobre 2014 all'Auditorium RAI Arturo Toscanini di Torino.